STATUTO  DELLA “SCUOLA DI DANZA PETITE ETOILE ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA”

Art. 1 – Sulla base dell’articolo 18 della Costituzione Italiana e degli art. 36, 37, 38 del codice civile è costituita l’associazione sportiva denominata: “SCUOLA DI DANZA PETITE ETOILE ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA”  con sede in Roma (RM) – Via G. Pession 14. La Sede associativa potrà essere spostata, sempre a Roma, senza necessità di variare il presente Statuto. L’Associazione potrà esercitare la propria attività anche in luoghi diversi da quello abituale.

Art. 2 – Scopi e finalità: • Sviluppare, promuovere, coordinare iniziative per rispondere ai bisogni di attività motorio-sportiva dilettantistica di uomini e donne di ogni età, condizione sociale e nazionalità. • Per la crescita umana e sociale dei propri soci, può promuovere e gestire attività culturali, ricreative, educative e formative compresa l’attività didattica per l’avvio ed il perfezionamento dell’attività sportiva dilettantistica della danza.

  • Si impegna a rispettare ed osservare lo Statuto ed il Regolamento e a conformarsi alle norme e alle direttive dell’Ente di promozione Sportiva e/o delle Discipline Associate e Federazioni Sportive Nazionali riconosciute dal CONI a cui intenderà affiliarsi e a partecipare al programma di attività delle stesse. • Si impegna ad esercitare con lealtà la sua attività osservando principi e le norme sportive al fine di salvaguardare la funzione educativa, popolare, sociale e culturale dello sport.

Art. 3 – Durata: La durata dell’Associazione è illimitata e la stessa potrà essere sciolta solo con delibera dell’Assemblea straordinaria degli associati.

Art. 4 –Possono essere Soci dell’associazione sportiva tutti i cittadini che ne condividono le finalità. B. Non sono ammessi soci temporanei. Le richieste di iscrizione vanno indirizzate al Consiglio Direttivo su modulo a ciò predisposto. L’accettazione della domanda di ammissione dà diritto a ricevere la tessera sociale. È compito del Consiglio Direttivo ratificare tale ammissione entro 30 giorni. Nel caso la domanda venga respinta, l’interessato potrà presentare ricorso sul quale si pronuncerà in via definitiva l’Assemblea ordinaria, nella sua prima convocazione. I soci hanno diritto a frequentare i locali dell’Associazione ed a partecipare a tutte le manifestazioni indette dalla stessa. Sono eleggibili alle cariche sociali tutti i soci purché: non abbiano riportato condanne penali passate in giudicato per reati non colposi a pene detentive;  non abbiano subito sanzioni di sospensione dell’attività sportiva a seguito dell’utilizzo di sostanze e metodi che alterino le naturali prestazioni fisiche nelle attività sportive. Per le cariche che comportano responsabilità civile o verso terzi, sono eleggibili soci che hanno raggiunto la maggiore età. I Soci sono tenuti al pagamento della tessera sociale o di eventuali quote contributive mensili od altre periodicità in relazione all’attività dell’associazione sportiva; la tessera sociale e le quote versate non sono trasmissibili né rivalutabili. I Soci possono essere sospesi, espulsi o radiati qualora non ottemperino alle disposizioni del presente statuto ed altre delibere prese dagli organi sociali; qualora si rendessero morosi nel pagamento della quota sociale senza giustificato motivo; qualora in qualche modo arrechino danni morali o materiali all’associazione sportiva. Avverso la sospensione, l’espulsione o la radiazione i soci possono ricorrere in prima istanza all’Assemblea dei Soci e, in seconda, agli Organi di Giustizia del Coni.

Art. 5 – Gli Organi dell’Associazione sportiva sono l’Assemblea dei Soci, il Consiglio Direttivo, il Presidente..

Art. 6 – L’Assemblea della Associazione sportiva è l’organo sovrano della Associazione. È costituita con voto deliberativo dagli iscritti in regola con il pagamento delle quote associative. È convocata dal Consiglio Direttivo, in via ordinaria almeno una volta l’anno e, in via straordinaria, qualora lo richiedano un terzo dei soci. La convocazione deve avvenire almeno dieci giorni prima dello svolgimento della riunione, essere affissa presso la sede e comunicata con ogni mezzo che ne consenta una idonea pubblicità; indicare: la data ed il luogo della riunione; l’ora della prima e della seconda convocazione, gli argomenti all’ordine del giorno ed il programma dei lavori. Decide gli indirizzi programmatici e ne verifica l’attuazione da parte del Consiglio Direttivo. Approva annualmente il conto economico preventivo ed il rendiconto economico e finanziario consuntivo. Approva e modifica eventuali regolamenti. Le delibere dell’Assemblea e i rendiconti consuntivi devono essere portati a conoscenza dei soci con le medesime modalità previste per la sua convocazione.

Art. 7 – L’assemblea ordinaria è validamente costituita in prima convocazione con la presenza della maggioranza assoluta degli associati. L’assemblea straordinaria in prima convocazione è validamente costituita quando sono presenti due terzi degli associati. Trascorsa un’ora dalla prima convocazione l’assemblea ordinaria e straordinaria saranno validamente costituite qualunque sia il numero degli associati intervenuti e delibera con il voto dei presenti.

Art. 8 – Assemblea straordinaria: deve essere convocata dal Consiglio Direttivo con idonea forma di comunicazione anche telematica inviata ai soci almeno 15 giorni prima dell’adunanza; delibera: approvazione e modificazione dello statuto sociale, atti e contratti relativi a diritti reali immobiliari, scioglimento dell’associazione e modalità di liquidazione.

Art. 9 – Il Consiglio Direttivo è l’organo esecutivo dell’Associazione sportiva.  Sviluppa il programma stabilito dall’Assemblea dei soci. Dura in carica 4 anni, ma decade qualora, per dimissioni o altri motivi, venisse a mancare la maggioranza dei componenti eletti dall’Assemblea. È composto da un minimo di 3 a un massimo di 5 membri. I membri del Consiglio Direttivo non possono ricoprire cariche analoghe in altre società o associazioni sportive dilettantistiche nell’ambito della medesima Federazione Sportiva Nazionale o Disciplina Associata se riconosciute dal CONI. Il Consiglio Direttivo si riunisce ogni qualvolta il Presidente lo ritenga necessario, oppure se ne sia fatta richiesta da almeno due Consiglieri, senza formalità.

Art. 10 – Sono compiti del Consiglio Direttivo: deliberare sulle domande di ammissione dei soci; redigere il rendiconto economico-finanziario preventivo e quello consuntivo da sottoporre all’Assemblea; fissare le date delle assemblee ordinarie dei soci da indire almeno

Scroll to top