Caricamento in corso ..
loading..

Danza in fasce

Danza in fascia (0-12 mesi): Giovedì 15.30 - 16.30

Un’occasione unica per ballare con il cuore, ballare con il tuo bimbo vicino a te, muoverti con la musica per fargliela conoscere attraverso il movimento del corpo.


Si tratta di una lezione di danza con la fascia porta bebè, ed è uno dei modi migliori per tenersi in forma – divertendosi – con un bambino piccolo piccolo.


Potete quindi risparmiare sulla babysitter e andare in palestra con il vostro piccolino, o la vostra piccolina, beatamente accoccolato nella vostra fascia porta bebè, mentre si fa trasportare e cullare dai movimenti della mamma a suon di musica: cosa potrebbe desiderare di più?!!

La fascia per il bebè.


i vantaggi per il bebè porta bebè
l'uso della fascia permette di ricreare un ambiente simile al grembo materno, in cui il bebè si sente contenuto e rassicurato.


  • Il bebè portato gode di una costante rassicurazione: sul Corpo di mamma e papà trova le condizioni ottimali per il suo benessere emotivo: vicinanza, calore, affetto e nutrimento.il supporto(fascia, stoffa, marsupio) gli permette di continuare ad ad essere cullato grazie al movimento di chi lo porta

  • Il piccolo si integra più facilmente nella routine familiare: vive infatti "all'altezza" del genitore, ha la possibilità di osservare il mondo e ricevere stimoli, condividendo l'esperienza dell'adulto.

  • Anche il senso dell'equilibrio è sollecitato di continuo: perché il bimbo deve bilanciarsi e seguire i movimenti di chi lo porta. Tende infatti a spingere le gambine e a tirare su il collo, cerando di "aggiustarsi" sul corpo degli adulti, per poi accovacciarsi comodamente.

  • Quando il bimbo non è sdraiato, ma seduto con le gambine divaricate, la fascia favorisce la corretta posizione delle anche e lo sviluppo dell’acetabolo, l’incavo del bacino che accoglie la testa del femore.

  • Uno studio ipotizza, inoltre, che il pianto definito ‘normale’ dei neonati delle società industrializzate, ovvero quel pianto serale che aumenta nelle prime settimane di vita e diminuisce intorno ai quattro mesi, si ridurrebbe se i bambini venissero portati e tenuti accanto di più, cioè non solo nel momento dei pasti e quando piangono.

  • Man mano che il bimbo cresce, infine, questa consuetudine rappresenta una possibilità in più per stare insieme in modo speciale e di rilassamento.

I vantaggi per la mamma

.

Quel contatto che è tanto piacevole e importante per il bebè, regala molte sensazioni positive anche alla mamma. Non solo:

  • La vicinanza continua favorisce quella comprensione profonda che permette alla mamma di intuire i bisogni del figlio, interpretandone i segnali corporei e le espressioni del volto. Il risultato è che i bimbi che possono stare a contatto di pelle piangono meno e questo fa crescere l’autostima materna, la fa sentire “capace” e quindi più serena e sicura di sé.

  • E non mancano anche i vantaggi di tipo pratico: il genitore che porta il proprio bimbo addosso è più libero  perché gode di una totale libertà di movimento.

  • La fascia è inoltre un valido supporto per allattare al seno con comodità e discrezione  quando ci si trova fuori casa o per nutrire bimbi che soffrono di frequenti rigurgiti e per i quali è preferibile la posizione verticale.

La deputata italiana Licia Ronzulli con la sua bimba nella fascia alle votazioni al Parlamento Europeo

La deputata italiana Licia Ronzulli con la sua bimba nella fascia alle votazioni al Parlamento Europeo